Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

Mercato dei pacchi liberalizzato: la clientela beneficia dell’apertura

14 dicembre 2010

Berna, 02.12.2010 - Anche quest’anno, l’Autorità di regolazione postale (PostReg) ha confrontato le prestazioni di diversi fornitori di servizi postali privati. Se un pacco deve essere recapitato al più presto, risultano più vantaggiose le offerte dei fornitori di servizi postali privati. Per quanto concerne gli invii internazionali, si raccomanda alla clientela di informarsi previamente presso l’operatore sui costi effettivi di sdoganamento. Nel 2004 il mercato dei pacchi è stato completamente liberalizzato. Da allora, diverse aziende offrono servizi di spedizione di pacchi. Oltre alla Posta Svizzera, dispongono di una rete di distribuzione a livello nazionale i fornitori di servizi postali Aramex, DHL, DPD, Federal Express Europe (FedEx), TNT Swiss Post e United Parcel Service (UPS). In vista dell’imminente invio di pacchi natalizi, l’Autorità di regolazione postale (PostReg) ha confrontato le tariffe e le offerte dei principali operatori del settore, giungendo alle seguenti conclusioni. Chi, ad esempio, intende inviareun pacco con recapito al destinatario il giorno dopo, trova molto più vantaggiosa l’offerta di DPD, pari a 7,80 franchi, tariffa applicata a tutti i tipi di pacchi (set con telefono cellulare, libro rilegato o tre bottiglie di olio d’oliva). Lo stesso servizio è offerto da DHL per 10,50 franchi. La Posta Svizzera, invece, fa una distinzione tra i diversi tipi di pacchi: per un pacco delle dimensioni di un set con telefono cellulare si paga 9 franchi e per le tre bottiglie d’olio d’oliva 11 franchi. Rispetto all’anno scorso, la Posta e DHL hanno aumentato le proprie tariffe, mentre DPD ha rinunciato all’adeguamento dei prezzi, decidendo di applicare la stessa tariffa alle tre categorie di pacchi in esame. Le offerte degli altri operatori privati si situano a un livello di prezzo superiore. Chi intende invece inviare un pacco con recapito al destinatario due giorni dopo, trova l’offerta della Posta Svizzera più vantaggiosa: un pacco delle dimensioni di un set con telefono cellulare o di un libro rilegato costa 7 franchi, mentre l’invio di tre bottiglie di olio d’oliva 9 franchi. Inoltre, se il cliente stampa il francobollo online (cosiddetto WebStamp), beneficia di uno sconto pari a un franco. La valutazione di PostReg dimostra chiaramente la tendenza dei fornitori di servizi postali privati a fornire maggiormente prestazioni alternative. Gli operatori privati offrono, ad esempio, la presa in consegna a domicilio, diversi tentativi di consegna oppure la possibilità di assicurare la merce inviata. La Posta Svizzera continua tuttavia a disporre della rete di distribuzione più fitta, contando circa 2300 uffici postali, rispetto a DHL con 200 servicepoint o DPD con 62 shop. Costi di sdoganamento variabili PostReg ha analizzato anche le condizioni d’importazione di diversi tipi di pacchi dall’Unione europea in Svizzera. Per un pacco con prodotti tessili e articoli sportivi, per un valore di 280 Euro, la Posta Svizzera fattura costi di sdoganamento pari a 18 franchi. Anche DHL chiede 18 franchi, mentre gli operatori privati UPS e FedEx fatturano, rispettivamente, 18,50 e 19 franchi. Per i pacchi contenenti un libro (valore 55 Euro) o un DVD (valore 45 Euro) Posta, DHL e UPS non conteggiano costi di sdoganamento. Per lo stesso tipo di invio FedEx fattura spese pari a 19 franchi. Gli altri operatori privati fatturano spese nettamente maggiori per i tipi di pacchi presi in considerazione (prodotti tessili e articoli sportivi, libri, DVD). Aramex, ad esempio, mette in conto per tutte e tre le categorie di pacchi spese di sdoganamento pari a 26,90 franchi e DPD 33 franchi. Nonostante la vasta scelta di offerte da parte dei vari fornitori di servizi postali privati, si raccomanda al consumatore di informarsi sempre previamente sull’ammontare delle spese di dichiarazione e di sdoganamento. In futuro sarà forse possibile eliminare questi divari, introducendo una procedura di dichiarazione doganale semplificata, valida per tutti i fornitori di servizi postali.

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - Sottoposta a direzione e coordinamento di Mail Express Group srl

Informativa privacy | Informativa cookies