Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

REGOLAMENTAZIONE DEGLI INVII DI POSTA MASSIVA : Attività di segnalazione al Parlamento e al Governo:

29 giugno 2007

Testo Segnalazione/Parere (prima parte) L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, considerando come una importante priorità del Paese la progressiva introduzione di elementi concorrenziali nel settore dei servizi postali ai fini del raggiungimento dell’obiettivo comunitario di completa liberalizzazione del settore nel 2009, ritiene necessario formulare, ai sensi dell’articolo 21 della legge n. 287/90, le seguenti considerazioni su alcuni aspetti della regolamentazione nazionale vigente in materia postale, che appaiono costituire elementi ostativi alla realizzazione dell’auspicato quadro concorrenziale per l’offerta dei suddetti servizi. Infatti, come rilevato dalla Commissione europea, “la conferma del 2009 come data per il completamento del mercato interno dei servizi postali consentirà, grazie a una concorrenza più intensa, di migliorare il livello dei servizi in termini di qualità, prezzi e possibilità di scelta a disposizione degli utenti, nonché di sbloccare il potenziale di crescita e occupazione del settore” [Relazione della Commissione delle Comunità europea di accompagnamento alla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del consiglio, che modifica la direttiva 97/67/CE relativa al pieno completamento del mercato interno dei servizi postali comunitari, 18 ottobre 2006 COM(2006) 594 def.] e “la prosecuzione di una protezione monopolistica, inoltre, non stimolerebbe gli operatori storici a garantire qualità ed efficienza a vantaggio di tutti gli utenti” [Cfr. la “Relazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo, COM(2006) 596 definitivo del 18 ottobre 2006. Studio prospettico sull’incidenza sul servizio universale del pieno completamento del mercato interno dei servizi postali nel 2009”.]. L’Autorità ritiene che la normativa e la regolamentazione nazionale debbano essere definite coerentemente con gli obiettivi e le scadenze comunitarie, al fine di garantire una piena ed effettiva apertura del settore postale, a livello nazionale, alla concorrenza, che non può che portare ad un maggiore sviluppo del settore e al miglioramento della qualità dei servizi offerti ai consumatori. In tal senso, l’Autorità intende in parte ribadire e in parte svolgere nuove osservazioni su alcune disposizioni regolamentari nazionali che appaiono suscitare perplessità in ordine alla loro effettiva coerenza con i suddetti obiettivi di liberalizzazione del settore.

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - sottoposta a direzione e coordinamento di Lepido Italia srl

Informativa privacy | Informativa cookies