Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

VOUCHER: BOOM IN FRIULI, OLTRE 84MILA VENDUTI IN UN ANNO

09 luglio 2009

A un anno dall'introduzione dei voucher per il pagamento dei lavori occasionali (come ad esempio la vendemmia, il babysittering, il giardinaggio, la consegna porta a porta) il bilancio parla di 84.473 voucher venduti complessivamente in Friuli Venezia Giulia (22.983 a Gorizia, 10.354 a Pordenone, 2.778 a Trieste e 48.333 a Udine, mentre altri 25 non sono stati documentati) a partire dal 21 agosto del 2008 fino a tutto il 30 giugno scorso. Cifre queste sulle quali - si legge in una nota Inps regionale - pesa soprattutto l'impiego in agricoltura: e' stato infatti con la vendemmia dell'anno scorso che questo sistema di remunerazione dei lavori occasionali ha trovato il suo trampolino di lancio. Un andamento confermato anche nel primo semestre di quest'anno, quando nei lavori occasionali in campo agricolo sono stati utilizzati 22.051 voucher sui 31.201 complessivamente venduti. I voucher - sottolinea l'Ente - rappresentano uno strumento per l'emersione delle prestazioni che prima restavano in 'nero', attivita' stagionali come la vendemmia, la vendita ambulante di quotidiani e riviste e l'insegnamento privato. Il sistema di funzionamento e' singolare: il committente beneficiario della prestazione acquista in via preventiva un certo numero di voucher, ognuno dei quali vale 10 euro, di questi 7,5 andranno al lavoratore. Il valore nominale e' infatti comprensivo della contribuzione Inps, Inail e di un compenso per il concessionario che gestisce il servizio. Il lavoratore pagato con i voucher puo' incassarli presso qualsiasi ufficio postale fino il limite massimo e' di 5 mila euro. I voucher possono essere utilizzati rispettando due criteri: la tipologia di attivita' e le categorie dei prestatori. In questo senso gli studenti sotto i 25 anni e i pensionati sono liberamente utilizzabili ovunque. Tra le attivita', quelle svolte in ambito familiare come baby sitter e badanti sono aperte a qualsiasi soggetto in eta' lavorativa. Unico punto da rispettare e' che il lavoro sia occasionale e temporaneo. Solo per il 2009 infine, in via sperimentale, sono stati inseriti fra i potenziali prestatori, a prescindere dal settore produttivo e nel limite massimo di 3 mila euro per anno solare, i percettori di prestazioni integrative del salario o con sostegno al reddito. (AGI) - Trieste, 9 lug. -

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - sottoposta a direzione e coordinamento di Lepido Italia srl

Informativa privacy | Informativa cookies