Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

Al via la sfida privata alle Poste Italiane

11 luglio 1998

La neonata Mail Express rete in franchising rompe il monopolio, ma per adesso non sulle lettere: “Costi dimezzati ed efficienza” Roma. Arrivano i concorrenti delle Poste italiane: la famiglia Ledda sfida Corrado Passera, amministratore delegato delle poste spa, che proprio ieri si è recato a palazzo chigi per mettere a punto le condizioni del contratto di servizio che stipulerà con lo Stato. Partirà il 13luglio l’attività della Mail Express, la prima rete postale italiana privata, strutturata in franchising, con affiliati dislocati su quasi tutto il territorio nazionale. L’iniziativa si presenta come un’opportunità innovativa e alternativa al servizio postale, definito dal presidente della nuova società, Bachisio Ledda, “un fanalino di coda” in Europa, dal momento che “non è stato in grado di seguire lo sviluppo delle comunicazioni”. Promette un miglioramento rispetto al servizio attuale in quanto a qualità, efficacia, tempi (consegne in un tempo massimo di 72 ore) e tariffe (un risparmio medio del 50 per cento). Rappresenta inoltre una “valida occasione nel campo occupazionale”. Attualmente sono 107 le agenzie affiliate (si prevede il raggiungere delle 515 in due anni, coprendo l’intero territorio internazionale), 1.000 i dipendenti impegnati in vari ruoli e altre 500 le persone legate alla logistica. Ma entro il 2000 le previsioni parlano di 3mila 700 occupati per un servizio rivolto a 30 milioni di abitanti. Mail express raccoglie e recapita ogni genere di stampe, pacchi gadget, vendita e corrispondenza, fatture e bollette e punta soprattutto sulle edizioni periodiche (perché in questa prima fase non si sente ancora pronta per i quotidiani), a esclusione della corrispondenza epistolare, che rimane ancora monopolio di Stato (anche se ne è stata richiesta la liberalizzazione entro il 2000). I pronostici sul fatturato si aggirano tra i 10 e i 20 miliardi il primo anno e 40 nel secondo. Il centro di smistamento è in allestimento a Bologna. Una serie di servizi specifici mirano alla trasmissione di posta elettronica (MailTel), alla elaborazione grafica di materiali pubblicitari (MailService), al trasferimento internazionale di valuta, alla realizzazione di una banca dati per il cliente, e di caselle postali e door to door: il sistema di vendita per corrispondenza, la cui scarsa efficienza ha recentemente messo in crisi questo genere di attività commerciale. MailEstero, infine, è una rete di accordi con partner stranieri , dei quali Ledda si riserva di rivelare l’identità. L’amministratore di questa azienda “giovane” (età media 27 anni) e al “femminile” è Karin Ledda, figlia del presidente. I suoi due fratelli sono i detentori del pacchetto azionario. La fase di realizzazione del progetto è partita a novembre del ’97. FONTE: AVVENIRE Via Mauro Marchi 61 20124 Milano

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000-2017 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.iva 01436910671 - R.E.A. 124262 - Tel. 085.90.40.350 - Capitale sociale €102.500,00 Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - sottoposta a direzione e coordinamento di Lepido Italia srl

Privacy, termini e condizioni