Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

Le Poste e la casa d'aste online sono diventati dei "classici" del "phishing"

13 giugno 2008

Truffe in rete: Poste ed eBay le piu' diffuse Un messaggio di posta elettronica avvisa il destinatario di un fantomatico "bonus" di 500 euro Le truffe in rete relative alle Poste e al sito di aste online eBay, sono diventate oramai un "classico" del phishing, il nuovo fenomeno che mira a far istallare al destinatario un potente virus, promettendo mirabolanti guadagni. Se ricevete un'email con l'oggetto "Poste.it ti premia con un bonus", evitate di cliccare sul link segnalato. Il suadente messaggio di posta elettronica comunica al destinatario: "Poste Italiane S.p.A. premia il suo account e quello di un tuo amico con un bonus di fedelta". Poi, per rendere la comunicazione ancora più redibile, afferma che "L'importo vinto le sarà accreditato sul Conto BancoPosta o sulla carta Postepay". Già, perchè gli autori delle truffe in rete fanno affidamento sui servizi più diffusi, per avere più possibilità di colpire nel segno. E, certamente, il boom di italiani che hanno aperto un conto corrente postale, o che hanno il bancomat emesso dalle Poste, favorisce gli hacker. Il messaggio prosegue poi con un invito perentorio: "Per ricevere il bonus e necessario accedere ai servizi online entro 48 ore dalla ricezione di questa e-mail". Non manca il dettaglio del "bonus": 500 euro, oltre ad un euro di "commissioni", per un totale di 501 euro. A bel guardare, non si capisce perchè, se si tratta di un bonus, al destinatario dovrebbe essere accreditato un euro di "commissioni"; al limite dovrebbe essere il contrario. Già questo dovrebbe far riflettere il destinatario del messaggio, che conclude con un gentile ringraziamento "per aver scelto i nostri servizi". Non è uno di quei servizi per cui un cliente tornerebbe: cliccando infatti sul link segnalato, si attiva una procedura che trasferisce i dati sensibili dell'utente (numero di conto corrente e password, numero di bancomat e carta di credito, ecc...), con il risultato che all'indomani, anzichè un guadagno, ci si troverebbe con un forte ammanco in banca. Ellis Mais VOCEDITALIA 7-6-08 Cronaca Foto Truffe in rete Poste ed eBay le piu' diffuse Milano, 7 giu. -

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - Sottoposta a direzione e coordinamento di Mail Express Group srl

Informativa privacy | Informativa cookies