Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

Deutsche Post sdoppia la logistica

08 marzo 2008

Logistica 06 marzo 2008 @ 15:10:57 - TRASPORTOEUROPA La divisione Logistics delle Poste tedesche divide le spedizioni dalla logistica in conto terzi. Utili in calo. DHL container loadingIl Supervisory Board di Deutsche Post ha deciso di dividere le attività logistiche della società in due unità, denominate Supply Chain e Global Forwarding. La prima è dedicata ai contratti di logistica per conto terzi, mentre la seconda segue tutte le attività legate al trasporto ed alle spedizioni. Ogni divisione ha un suo Ceo: Bruce Edwards per Supply Chain e Hermann Ude per Global Forwarding. “Avere un Ceo dedicato a ciascuna attività potenzierà il nostro business”, ha spiegato Frank Appel, il nuovo Ceo di Deutsche Post World Net, che conosce bene il settore, provenendo proprio dalla divisione Logistics che ora ha diviso. Divisione strutturale - L'articolazione della logistica in due divisioni è un'operazione strutturale, che secondo i vertici delle Poste tedesche non richiede costi immediati o ripercussioni sull'occupazione. Supply Chain (che comprende anche Corporate Information Solutions) ha un fatturato annuale di oltre 13 miliardi di euro e seguirà i contratti di logistica a lungo termine con grandi clienti. Global Forwarding (che comprende anche Freight) ha un fatturato analogo e si dedicherà a tutte le attività connesse al trasporto. Unione nel mail - Il Supervisory Board ha anche deciso d'integrare DHL Global Mail nella divisione Mail di Deutsche Post World Net. La riunificazione dovrebbe potenziare le attività postali in vista delle privatizzazione del settore prevista in ambito europeo. In particolare, la Germania sta avviando il processo, anche se non mancano le polemiche delle imprese private (prima tra tutte TNT), che contestano una recente norma sui salari minimi dei postini, che avvantaggerebbe la società postale pubblica. Utili in calo - Ma non giungono buone notizie dai conti del gruppo Deutsche Post, che ha rivelato i conti relativi al 2007. Rispetto all'anno precedente, l'utile netto è diminuito del 61%, passando da 649 a 255 milioni di euro. Cresce invece il fatturato del 3,9%, raggiungendo i 17 miliardi di euro. La caduta degli utili deriverebbe dalle cattive prestazioni della divisione statunitense di DHL Express. E proprio la questione americana è il primo problema che Appel dovrà risolvere. Il Ceo ha dichiarato che prenderà una decisione entro maggio. Molti osservatori prevedono un forte ridimensionamento delle attività Express negli Stati Uniti e addirittura lo scorso gennaio alcuni organi di stampa avevano rivelato un'indiscrezione, smentita dalla compagnia tedesca, di trattative con FedEx per cedere l'intera divisione statunitense. Intanto, gli analisti hanno già fatto i conti sui vantaggi di un eventuale ridimensionamento di DHL Express negli Usa: FedEx potrebbe aumentare il fatturato di 45 milioni di dollari, mentre Ups addirittura di 71 milioni. Qualche esperto prevede che la compagnia tedesca potrebbe ridimensionare la struttura del 25%, chiudendo 85 impianti di piccole dimensioni.

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - Sottoposta a direzione e coordinamento di Mail Express Group srl

Informativa privacy | Informativa cookies