Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

Stretta sulle tariffe postali al 12%

16 ottobre 2007

Sull'editoria il governo ha deciso di fare Robin Hood: togliere ai grandi (e ricchi) per dare ai piccoli (e poveri), rischiando di raffreddare ulteriormente Piazza Affari sul prossimo sbarco del Sole 24 Ore che non dovrebbe più debuttare sul Mta il 15 novembre, ma qualche settimana più tardi, comunque entro la fine del mese. In un emendamento presentato al decreto fiscale che accompagna la legge finanziaria l'esecutivo ha ridotto dal 7 al 2% il taglio ai contributi per i piccoli editori. Un taglio che, però, dovrà essere finanziato dai giornali con le spalle più larghe, che dovranno rinunciare a una bella fetta delle tariffe agevolate per le spedizioni postali delle copie in abbonamento. Il taglio sulle tariffe, per le società maggiori, andrà dal 7% fino al 12%. L'aliquota minore sarà applicata fino al raggiungimento di compensazioni per 1 milione di euro. Oltre il milione, invece, il taglio sarà del 12%. Giusto per citare un esempio, stando agli ultimi dati disponibili (quelli del 2004), il Sole 24 Ore ha ricevuto compensazioni postali per oltre 15 milioni di euro a fronte di circa 129 mila copie spedite in abbonamento. Secondo le ultime dichiarazioni del direttore del giornale, Ferruccio de Bortoli, attualmente le copie in abbonamento sarebbero circa 150 mila. Dunque, il taglio delle compensazioni potrebbe arrivare a pesare fino a circa 2 milioni. Venerdì scorso il governo ha anche approvato il disegno di legge di riforma dell'editoria che di fatto mette fine al sistema delle compensazioni per le spedizioni postali. Le tariffe agevolate saranno sostituite, se il ddl sarà approvato senza modifiche dal Parlamento, con un credito d'imposta pari al 50% delle spese effettivamente sostenute per le spedizioni. La legge, però, pone un tetto di 190 milioni di euro (destinato a ridursi nel tempo) alle agevolazioni.

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - Sottoposta a direzione e coordinamento di Mail Express Group srl

Informativa privacy | Informativa cookies