Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

POSTE, LA PRIVATA MAIL EXPRESS FA CONCORRENZA E OFFRE LAVORO

28 settembre 1998

ROMA. La “battaglia” dei postini. La sfida su consegne e tariffe. Mail Express, prima rete postale privata in franchising, due mesi e mezzo dall’apertura dell’attività rilancia e offre 2.000 nuovi posti di lavoro. “La nostra iniziativa – dichiara il general manager Bachisio ledda – risulta oltremodo positiva in un momento difficile per l’occupazione italiana. Mail Express è una realtà in progressiva crescita che promuove sbocchi occupazionali certi con effetti moltiplicatori quando il nostro servizio avrà coperto anche le realtà urbane secondarie. Cosa che, nel rispetto delle previsioni, potrà avvenire entro la fine del 1999”. Fino ad oggi il sistema Mail Express ha creato 1.200 nuovi posti di lavoro: 200 addetti d’agenzia e 1.000 postini. Ed è proprio questo il profilo professionale maggiormente ricercato, proprio per far fronte alla crescita del volume della corrispondenza postalizzata. Mail Express propone dunque la costituzione di un consorzio di Cooperative, costituite in prevalenza da operatori della distribuzione postale, che avranno una dimensione operativa territoriale e dovranno svolgere essenzialmente servizi di presa in consegna e recapito della corrispondenza per conto delle agenzie interessate, alle quali spetterà comunque il rigoroso controllo del servizio. La rete postale privata, attiva dal luglio scorso, opera infatti attraverso 150 agenzie distribuite su tutto il territorio nazionale (200 entro la fine del 1998) ed è partita con un ampio bacino di utenza composto da 400 comuni con oltre 14 milioni di abitanti. “Contiamo di arrivare nell’arco di due anni – precisa Ledda – a 500 filiali raggiungendo 30 milioni di persone. Ci siamo prefissi un obiettivo molto ambizioso, quello di rompere il monopolio postale italiano proponendo però standard di efficienza superiori a prezzi di molto inferiori”. Mail Express garantisce infatti il ritiro e la consegna della corrispondenza con tempi massimi di 24 ore città su città (contro un tempo medio assicurato dalle poste italiane di 48 ore se la lettera viene spedita entro le 17) 48 ore fuori città (contro i quattro giorni), mentre per i pacchi l’obiettivo è quello della consegna entro 72 ore. “Certamente in questa fase di avvio – sottolinea il general manager della Mail Express – i nostri tempi di consegna subiscono una dilatazione di 24 ore. Ma dal prossimo gennaio abbiamo intenzione di misurarci con una nuova sfida: proporremo la garanzia “soddisfatti o rimborsati”: se il cliente riscontra un ritardo di 24 ore rispetto al previsto, restituiamo il 60% dell’importo pagato, s supera le 24 ore il 100%. Si tratta certo di un impegno importante per noi, ma è anche un modo per offrire garanzie e certezze a chi ha creduto nell’iniziativa Mail Express”. La sfida con le Poste italiane dunque si combatterà sempre di più sul terreno della qualità del servizio e dell’efficienza. FONTE: L’ARENA Viale del lavoro 11 37036 S. MARTINO B. ALBERGO

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000-2017 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.iva 01436910671 - R.E.A. 124262 - Tel. 085.90.40.350 - Capitale sociale €102.500,00 Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - sottoposta a direzione e coordinamento di Lepido Italia srl

Privacy, termini e condizioni