Notizie

News dal mondo delle poste, del franchising e dei servizi finanziari e di pagamento

7000 nuovi computer palmari per le Poste spagnole

27 agosto 2008

Anche le Poste del paese iberico si "buttano" pesantemente sulla mobilità online dei suoi portalettere: dopo un primo stock di 1900 PDA acquistati per equipaggiare il personale di 137 centri di recapito (perlopiù destinati alla consegna di invii urgenti), adesso Correos vuole acquistare ulteriori 7000 terminali, per un investimento di 8,9 milioni di euro. di Francesco De Carlo Fig. 1 La spagnola Correos, l'opertore postale pubblico iberico, prevede di acquisire entro la fine dell'esercizio economico 2008, ulteriori 7000 terminali PDA da dare in dotazione ai suoi portalettere (circa 27.000, in ambito urbano e rurale), per una spesa complessiva di oltre 11 milioni di euro. Si tratta di uno dei più importanti investimenti da parte di Correos destinati ad informatizzare la parte finale del servizio postale, ovvero il recapito. Attualmente sono già 2,7 i milioni di euro spesi per acquistare i primi 1900 palmari utilizzati nell'ambito di 137 Unità di Distribuzione delle corrispondenze (Unidades de Distribución), 100 delle quali sono le cosiddette Unità Servizi Speciali (Unidades de Servicios Especiales) che si occupano degli invii urgenti. Il bando appena emesso, per un valore di 8,9 milioni di euro, riguarda l'acquisizione di 7000 nuovi PDA che garantiranno la mobilità online dei portalettere spagnoli. Con questi progetto Correos si pone numerosi obiettivi, a cominciare dall'aumento dell'efficienza grazie all'automazione di processi prima svolti manualmente ad un consistente risparmio di carta e naturalmente ad un miglior controllo e tracciamento degli invii registrati. Anche Poste Italiane è impegnata nel progetto "Postino telematico": dopo una prima fase sperimentale svoltasi a maggio in alcuni Centri di Distribuzione, adesso il progetto sta entrando nella fase conclusiva interessando circa 500 operatori dei centri di Roma Aurelio, Prato Datini, Milano Baggio, Sesto San Giovanni, Torino Reiss Romoli e Verona Viviani. 18.08.2008 11:08Dal mondo PHILWEB

Facebook
Notizie

Accedi alla rassegna stampa >>

Copyright © 2000 Mail Express Poste Private S.r.l. Franchising - P.IVA 01436910671 - R.E.A. RM-1437772 - Tel. 085.90.40.350 -info@mailexpress.it - amministrazione@pec.mailexpress.it - Capitale sociale €102.500,00 i.v. - Titolare autorizzazione generale e Licenza individuale del Ministero delle Comunicazioni - sottoposta a direzione e coordinamento di Lepido Italia srl

Informativa privacy | Informativa cookies